Un caffè con Benedetta Polito, Chief Marketing Officer di Yezers

Partenza ad Ancona, tappa a Roma e arrivo a Milano. Il treno di Benedetta Polito, venticinquenne marchigiana appassionata d’arte ed ex attivista del Fondo Ambiente Italiano, viaggia da sempre tra sogni, sfide e nitidi obiettivi. Da un lato interessata ai beni culturali e dall’altro alla mente umana, dopo gli studi d’arte nella città natale, Benedetta si sposta a Roma, dove si laurea in Psicologia generale. Le opportunità universitarie e il suo costante desiderio di sfida la portano poi a Milano, dove si specializza in Psicologia clinica e partecipa a The Future Makers, e a Madrid, luogo di crescita personale e di ricerca in cui rimane cinque mesi e porta a termine un lungo progetto di tesi di cui proprio in questi giorni presenterà i contenuti.

L’entusiasmo di Benedetta è contagioso, il suo amore per l’Italia intenso e più che mai ardente, sebbene macchiato da una profonda amarezza, causata dalla vista di un Paese tanto bello quanto sminuito e scoraggiato. Sei mesi fa, però, la svolta: l’ingresso in Yezers e l’inizio dei lavori come capo del Team Marketing: “basta crederci!” dice, citando un suo slogan pubblicato qualche giorno fa: “noi giovani siamo stati portati a ripudiare la politica, a percepirla come complessa e negativa, e questo solo perché non abbiamo mai avuto un canale di comunicazione adeguato che ci facesse sentire parte integrante del sistema in cui viviamo. Ora, però, è arrivato il momento di scrivere un nuovo capitolo: siamo la generazione che è pronta, valigia in mano, a farsi centinaia di chilometri per ottenere quello che vuole; sta a noi sfruttare le nostre potenzialità e cambiare le cose!” 

Yezers rappresenta anche il tuo primo approccio col marketing. Com’è nato questo interesse?

In realtà, fin dalla triennale mi sono interessata al tema della comunicazione, analizzando il processo decisionale delle persone a livello neurologico. Questo studio, ora trasferito in ambito clinico, mi ha permesso di approfondire i temi del neuromarketing e della neuroeconomia, trasferendone le conoscenze a Yezers con lo scopo di capire quali siano le migliori strategie di comunicazione con la nostra generazione. Inizialmente ho avuto delle difficoltà a causa della mia inesperienza in campo economico, ma circondandomi di persone competenti, studiando ogni giorno e spingendomi oltre i miei limiti, sono riuscita a colmare parte delle mie lacune. 

Come è organizzato il lavoro giornaliero del Team Marketing?

Ci siamo suddivisi i compiti in base alle competenze di ognuno dei membri: Lorenzo e Isabella si occupano della creazione di video e album fotografici, oltre che dei contenuti per Instagram, lavorando anche alla cura della nostra immagine. Abbiamo poi Federico, da sempre interessato alla brand identity, impegnato nella ricerca di possibili sponsor, e la neo-entrata Federica, che ci indicherà chi sono i nostri competitor e quali invece le realtà con cui possiamo stabilire delle relazioni. Martina provvede invece alle pubblicazioni su Facebook e alle future uscite per il blog. Abbiamo poi il supporto continuo del nostro fondatore Vittorio e, in passato, ne abbiamo avuto da altre persone, le quali hanno aiutato a sviluppare il nostro marketing plan. Il mio compito è infine quello di coordinare tutte le attività secondo il nostro plan settimanale, di trovare nuove menti: in particolare, al momento siamo alla ricerca di una persona che gestisca la rassegna stampa, compito fondamentale per il nostro lavoro giornaliero.

Noi yezers vogliamo cambiare l’Italia. Secondo te, però, l’Italia vuole essere cambiata?

Oggi, il grosso problema delle nuove generazioni è che l’inconcludenza della politica e la sua assenza di modalità di comunicazione hanno scatenato nei giovani una reazione di indifferenza e di rigetto. Per districarsi da questa situazione occorre agire diversamente, dotando i giovani degli strumenti necessari affinché siano capaci di cambiare le cose. Il modus operandi di Yezers è proprio questo: sei mesi fa siamo partiti da zero, oggi abbiamo una community in continua espansione, numerosi Team di Ricerca, una redazione e, soprattutto, risultati concreti e visibili a tutti. Insomma, è proprio vero: “basta crederci!”

 

 

Seguiteci sui social per avere news sui prossimi eventi. Vi aspettiamo!

Facebook: https://www.facebook.com/yezersofficial/

Instagram @yezers_